Segreti

Luce

“O dirsi tutto, o non dire niente.”

 

E trabocca come una cascata da un vaso

una luce segreta

che riempie l’aria

e non si respira più come sulla terra

ma tutto ha un’altra dimensione

un altro peso

una densità gelatinosa

di fango

ma bello

di argilla

trasparente

traslucida

di corde tese

sulla distanza

un ponte

su un’abisso

di vigliaccheria.

Deliri

Delirio

Cosa è vero?

Quanto è vero quello che è vero per me oggi adesso ora qui

e quanto è vero per te quello che è vero per me?

Può essere qualcosa vera per me sempre

e vera per te ieri?

Vera solo nel momento in cui ti guardo

e quando esci dal campo visivo

non più ?

 

La mia verità finisce dove inizia la tua?

La verità sta nel mezzo.?

Nel mezzo tra che? Una parola due parole due occhi quattro occhi

una o due bocche che parlano e dicono cose diverse la stessa cosa

per me è tutto vero contemporaneamente esiste tutto esiste

Così forte che mi dimentico del resto che non sia qui qui ora tra me e –

te?

Può essere tutto vero contemporaneamente?

Quanto vero?

Non meno vero perché dura un attimo solo,

anzi la verità enorme totale abita quell‘ attimo solo.

Allora è vero solo quello che dura più di un attimo? Un attimo che si sceglie di prolungare oltre?

Ma tutti gli attimi attorno sono ugualmente veri

e con la medesima forza mi colpiscono e mi travolgono

sensazioni enormi e irrimediabili

che non riesco

non voglio

addomesticare.

 

Poesia

Se sapessi disegnarti

Dalla tua bocca spalancata

escono i mali del mondo.

Eri un fiore, eppure –

Sei un lupo dilaniato

Un bambino solo.

Hai paura del buio?

Cosa vedi quando chiudi gli occhi belli?

Quali mostri?

 

La tua fragilità mi terrorizza.